Matematica

Database nel 3000 A.C.

Oggi chiunque lavora con una tabella excel che poi verrà riversata in un quanche database i cui dati verranno poi memorizzati o rielaborati per i più disparati motivi. Questo ci permette di gestire grandi quantità di dati senza doverci ricordare tutto. Un esempio eclatante di questo utilizzao è quello fatto dal sistema GRID del CERN di Ginevra che gestisce una mole di dati enorme che altrimenti andrebbero perduti. Pensate che il database sia un invenzione recente. Quello che viene fatto adesso lo possiamo vedere invece come il risultato di una lunghissima evoluzione duranta ben 5000 anni.

Inca e Quipu

Inca e Quipu

Gli antici Inca usavano per realizzare dei database i Quipu e cioè delle banche dati formate da corde e nodi. Il Quipu più antico risale a circa 5000 anni fa. Benche non avessero la scrittura gli Inca avevano comunque una società molto strutturata e avevano l’esigenza di gestire estesi archivi che venivano codificati con sistemi logico-matematici appunto utilizzando i quipu. Sistemi di corde e noti che variavano da sistemi a 3 corde a sistemi formati da migliaia di corde. Di questo sistema però ci rimango solo 600 esemplari che sono i supersisti dell’arrivo di conquistadores che credettero di essere davanti ad oggetti opera del demonio.

I Quipu indicavano dei numeri che corrispondevano ad oggetti reali di uso nei più diversi ambiti. Per rispondere a questa diversità c’era bisogno di creare qualcosa che avere molte combinazioni possibili: i quipu ovviamente rispondono a questa esigenza. Le tipologie e le disposizioni dei nodi, la direzione e i vari livelli delle corde ed il loro colore e distanziamento poterono dare la moltitudine di combinazioni di cui avevano bisono gli Inca per “catalogare” il loro mondo. L’importanza dei Quipu e il loro rapporto con la matematica sta prima di tutto che queste combinazioni permettevano di fare conti gestire grandi informazioni sotto forma logico-razionale ma sopratutto per il fatto che con questa scoperta viene smentito il dogma secondo cui la matematica sia nata per necessità solo dopo l’invezione della scrittura.

I numeri ed i Quipu

I numeri ed i Quipu

E’ interessante notare come oggi esistano sistemi informatici che chiamano i loro file manager quipu in onere a questo antico strumento “informatico”. E’ interessante sapere anche che i quipu avevano una connotazione macabra, come calcolatori di morti. Ogni anno, un certo numero di adulti e balbini veniva ucciso nei rituali di sacrificio secondo modalità programmate proprio attraverso i quipu. Alcuni quipu infatti rappresentavano l’impero dove con singole corde venivano rappresentate le strade e i cui nodi rappresentavano le vittime scrificali.

Sicuramente i Quipu sono uno di quei ritrovamenti archeologici che un matematico o comunque un appassionato di scienze matematiche non può ignorare. Il loro contributo, come detto sopra, nel mondo dell’informatica e della catalogazione di beni e dati è sicuramente stato di grande portata. Un piccolo collegamento può essere fatto tra i Quipu ed i Nodi perchè molto probabilmente gli Inca dovettero studiare molti modi di fare un nodo e questo è proprio il campo della Teoria dei Nodi.

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Copyright

I contenuti di Pagine di Natura sono rilasciati sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non Commerciale-Non opere derivate. Fatene buon uso.

Segui assieme ad altri 240 follower

Cosa vi siete persi:

Blog Stats

  • 41,688 hits
CiaoAmigos
Aggregatore
Blog Italiani
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: