Libri, Storia della Scienza

Anassimandro, il primo Autodidatta

Dopo qualche tempo rieccomi qui con un nuovo post di Pagine di Natura. Vi sono mancato?? no?? si?? ;). Purtroppo pagine di natura e in generale il blogging non riesce ad incastrarsi con altri miei impegni tanto quanto vorrei, tant’è che il ritmo di pubblicazione è drasticamente calato da Ottobre 2013, passando da 1 post a settimana ad 1 al mense. Penso che questa nuova configurazione richieda un cambiamento che mira ad adattare il mio stile di scrittura alle nuove tempistiche. Ho deciso quindi di passare dalla quantità alla qualità. Basta con post troppo sintetici o generalisti e forza con post più sentiti a vissuti che sappiano essere più precisi ed esaustivi.

Oggi vi voglio parlare di una lettura che mi ha sorpreso. Sto leggendo Cos’è la Scienza? di Carlo Rovelli. Ad dire la verità l’ho acquistato perchè dopo aver tanto letto e studiato di scienza cominciavo a chiedermi cosa fosse e se alcune branche normalmente citate come scientifiche lo fossero veramente. Il libro è abbastanza piccolo e leggero nella lettura quindi credo alla portata di chiunque abbia interesse per l’argomento.

Il nodo principale di questo mio post e quindi anche del libro è secondo me l’Argomento. Lo sviluppo del libro è legato a doppio-filo con Anassimandro e la sua rivoluzione del pensiero che grazie a lui da mistico/religioso è passato ad essere razionale/scientifico. E fin qui niente di strano. Quello che invece mi ha incuriosito è che Anassimandro oltre ad esser stato il primo pensatore scientifico era un autodidatta e sopratutto in questa condizione è riuscito a comprendere i corretti meccanismi di alcuni fenomeni particolari come quelli atmosferici. Non aveva strumenti di misurazione e nemmeno modelli matematici, ma è riuscito comunque nel suo intento di comprendere i fenomeni della natura in molte situazioni. Ovviamente ha anche preso cantonate come la spiegazione della natura dei terremoti.

Sicuramente la sua “scoperta” più importante e forse quella che lo rende così speciale, è quella che vede la Terra come un oggetto “galleggiante” nello spazio. Fino a quel momento si pensava che essa fosse sorretta da giganti, tartarughe ecc…, invece il suo pensiero è andato oltre, grazie alla curiosità sul movimento del Sole in cielo. Dove andava il sole dopo il tramonto? da dove arrivava all’alba?. Ebbene la sua ipotesi era che esso continuava il suo moto nel cielo e che quindi sotto l’orizzonte c’era altro cielo e che quindi la Terra (che lui pensava cilindrica) fosse circondata appunto dal Cielo e cioè dallo Spazio. Una felice intuizione? No, un ragionamento razionale e deduttivo.

fd7bf4c5e5ec1Si può pensare che questo suo pensiero sia stato poi sviluppato in modo continuo nei secoli avvenire da altri, invece questo non è avvenuto. I pensatori hanno continuato a descrivere i fenomeni naturali come causati da dei e divinità, e solo con l’illuminismo scientifico portato alla luce dai lavori di Galilei e altri, che si è tornati al pensiero razionale/scientifico a cui Anassimandro ha dato vita.

Da curioso di scienza, questo libro mi sta dando da pensare che anche chi non ha sviluppato accademicamente gli strumenti analitici della scienza, può avere intuizioni di fenomeni ancora troppo complessi e oscuri per essere descritti nel dettaglio dovuto da un approccio razionale e scientifico. Avere queste intuizioni certo non conferisce titoli accademici e non è sinonimo di conoscenza, ma sicuramente di fantasia e chi invece ha una conoscenza accademica, secondo me, dovrebbe cercare di prendere in mano queste intuizioni e svilupparle così come la scienza ci chiede: osservazione, modello, ripetibilità.

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Copyright

I contenuti di Pagine di Natura sono rilasciati sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non Commerciale-Non opere derivate. Fatene buon uso.

Segui assieme ad altri 239 follower

Cosa vi siete persi:

Blog Stats

  • 40,271 hits
CiaoAmigos
Aggregatore
Blog Italiani
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: